cantine al borgo
mercoledì 19 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 11:33
cantine al borgo
mercoledì 19 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 11:33
Cerca

Monumento al pescatore illuminato di rosa e azzurro per la giornata mondiale del lutto perinatale e infantile

L'iniziativa
Pubblicato il 15 Ottobre 2019

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il monumento al pescatore illuminato di rosa e azzurro, per la giornata mondiale del lutto perinatale e infantile.

Il 15 Ottobre ricorre la infatti la ‘Giornata mondiale della consapevolezza sulla perdita perinatale e infantile’ (International Baby Loss Awareness Day www.babyloss.info) promossa in Italia dall’associazione scientifico – assistenziale CiaoLapo.

L’Amministrazione Comunale di San Benedetto ha patrocinato l’iniziativa, come spiega l’Assessore alle Politiche Sociali Emanuela Carboni: “San Benedetto del Tronto aderisce alla giornata mondiale del lutto perinatale e infantile, patrocinando l’iniziativa proposta dall’associazione nazionale ‘CiaoLapo Onlus’, che oggi è stata presente con alcuni suoi rappresentanti, in viale Secondo Moretti nel centro della città. Abbiamo non solo patrocinato, ma anche sostenuto l’iniziativa di Ciao Lapo con la simbolica illuminazione del monumento al Pescatore, perché reputiamo l’opera che l’associazione svolge sia molto preziosa nell’aiutare le famiglie che vivono questo dramma”.

Perché si celebra questa giornata? La morte del bambino durante la gravidanza e nel periodo postnatale è un evento che riguarda oltre cinque milioni di famiglie ogni anno in tutto il mondo. In Italia questo evento riguarda una donna in gravidanza su sei; se si considerano soltanto le perdite che avvengono a partire dalla seconda metà della gravidanza in poi, ogni giorno quindici donne escono a braccia vuote dai reparti maternità.

CiaoLapo Onlus nasce per fornire un supporto assistenziale e in tredici anni di attività ha offerto sostegno a migliaia famiglie, nonchè un cuore scientifico che studia gli aspetti psicologici e psicosociali del lutto perinatale e della genitorialità dopo un lutto. CiaoLapo dal 2007 promuove in Italia questa giornata di sensibilizzazione, organizzando eventi culturali, momenti formativi e manifestazioni in oltre sessanta città, grazie all’impegno di una solida rete di volontari, liberi cittadini, associazioni ed enti aderenti.

“Nel 2006 io e mio marito abbiamo subito un grave lutto – spiega la dottoressa Claudia Ravaldi, fondatrice dell’associazione ‘CiaoLapo’Onlus -. Il nostro secondo figlio è infatti nato morto a termine della gravidanza. Dopo questo evento abbiamo fondato CiaoLapo, un’associazione per la tutela della gravidanza, il supporto al lutto dei genitori, e l’accompagnamento alle gravidanze successive ad un lutto. Crediamo – sostiene la dottoressa Ravaldi – nell’importanza di un sostegno attento e rispettoso, fin dal momento della diagnosi infausta, e riteniamo che l’accompagnamento alla coppia colpita da lutto da parte dell’equipe di medici debba proseguire anche dopo il ritorno a casa a braccia vuote, durante i mesi del lutto, in modo integrato e accurato».

TI CONSIGLIAMO NOI…