trofeo degli chalet
martedì 25 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 21:40
trofeo degli chalet
martedì 25 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 21:40
Cerca

Autovelox su Valtesino e Valmenocchia. Il comandante della stradale striglia il consorzio di polizia locale

Nel corso di una riunione in Prefettura Iobbi ha ricordato l'obbligo di comunicare tutte le attività. Ha inoltre parlato delle numerose lamentele legate alle difficoltà di ottenere spiegazioni sulla multe ricevute
Pubblicato il 23 Gennaio 2024

ASCOLI PICENO. Dal comandante della polizia stradale l’appello al rispetto delle regole per quanto riguarda il monitoraggio della velocità effettuate dal consorzio di Polizia Locale Monti Azzurri sono finiti sul tavolo del Prefetto. E’ accaduto nel corso della riunione che si è tenuta alla presenza del viceprefetto vicario Gaetano Tufariello.

Tutto è accaduto quando l’ispettore David Gullini, rappresentante del Consorzio di Polizia Locale Monti Azzurri, ha confermato che in alcuni territori di loro competenza nella provincia, in particolare a Ripatransone, Montedinove, Carassai, è stato espletato il servizio di controllo della velocità.

Il comandante della Polizia Stradale di Ascoli Luca Iobbi ha così preso la parola evidenziando che nel rispetto del principio di coordinamento delle attività di rilevamento della velocità, secondo quanto sancito dalla Circolare “Maroni”, è necessario che vengano comunicate mensilmente tutte le iniziative tese a contrastare il fenomeno infortunistico ed i disposti controlli sulle strade.

Le comunicazioni

Alla Polizia stradale, proprio per via della sua specializzazione in materia è affidato il compito di coordinamento operativo dei servizi e il monitoraggio dei risultati dell’attività di controllo svolta da tutte le forze di polizia e dalle polizie locali. Ribadisce perciò che la chiesta  programmazione mensile dei servizi di controllo elettronico della velocità, risponde alla finalità di attuare un coordinamento tra i servizi, evitando una dannosa ed inutile sovrapposizione degli stessi.

Il comandante Iobbi ha per questo motivo richiesto pertanto, al rappresentate del Consorzio di ottemperare alla necessaria comunicazione mensile della programmazione dei servizi di controllo di velocità, indicando in quale tratto chilometrico di strada avviene suddetto controllo e con quale tipologia di dispositivo. E a specificare la fascia oraria (massimo 2-3 ore), per avere contezza di ciò che viene realizzato nel territorio di loro competenza e per riscontrare poi le modalità del servizio.

“Non risponde nessuno”

consorzio polizia locale monti azzurri

Ma non è tutto. Il comandante Iobbi ha inoltre manifestato al rappresentante del consorzio tutte le lamentele ricevute. Sono quelle relative alle difficoltà riscontrate dagli utenti  nel raggiungere sia telefonicamente sia a mezzo mail o pec i referenti del Consorzio. Questo al fina di avere ragguagli sulle contestazioni ricevute, creando così un disservizio.

Lo stesso viceprefetto vicario ha si è rivolto al rappresentante del Consorzio  Polizia Locale Monti Azzurri, invitando il Consorzio stesso a comunicare le date di espletamento dei servizi di controllo della velocità. Questo per le già ampiamente spiegate di ragioni di coordinamento e controllo, fornendo un riscontro sull’effettiva attività svolta fin dall’inizio dell’operatività dell’organismo sul territorio di questa provincia, richiamando l’attenzione sulla necessaria trasparenza, correttezza ed efficienza nello svolgimento dell’intrapresa attività, ovviamente anche nei confronti dell’utenza.

L’ispettore Gullini si è assunto l’impegno di riferire le rimostranze al Dirigente del Consorzio e del Servizio, che indica rispettivamente nel Comandante Col. Paolo Pettinari e nell’Isp. Lorenzo Del Vecchio assicurando che, per il prossimo mese, come richiesto, verrà trasmessa e comunicata la programmazione dei servizi di misurazione della velocità nei territori di competenza della provincia di Ascoli Piceno.

TI CONSIGLIAMO NOI…