[VIDEO] Monteprandone Urban Social Art, nasce il festival che porta la creatività sui muri della città

Parte l'edizione zero del festival, fortemente pensata e voluta dall'Amministrazione comunale, curata dalla cooperativa sociale Pagefha

Prende vita a Monteprandone MUSA – Monteprandone Urban Social Art. festival di street art che ha l’obiettivo di promuovere e valorizzare questa forma artistica, offrendo spazi piccoli o grandi all’arte, portando la creatività sui muri di Monteprandone e Centobuchi.

“Una proposta culturale – ha spiegato il primo cittadino monteprandonese Sergio Loggi – per trasformare il turismo mordi e fuggi in turismo stanziale, lento e di qualità anche attraverso il brand Monteprandone #borgoacolori, nella consapevolezza che innovazione dell’arte murale e tradizione di un borgo storico possano formare un connubio vincente per attrarre visitatori e turisti sul territorio”.

L’edizione zero del festival, fortemente pensata e voluta dall’Amministrazione comunale, curata dalla cooperativa sociale Pagefha, in collaborazione con il Centro di animazione e socializzazione pomeridiana Airone per bambini in età scolare, il Centro socio, educativo e riabilitativo diurno La Clessidra per adulti, la cooperativa Medihospes e l’Auser Insieme Monteprandone, avrà una valenza sociale , oltre che artistica, in quanto sarà lo street artist milanese Cristian Sonda a curarne la direzione artistica”. L’iniziativa è stata presentata dal sindaco Sergio Loggi, dall’assessora Roberta Iozzi, dalla vicesindaco Daniela Morelli e dalla referente di Pagefha Serena Calvaresi.

Sonda, infatti, proporrà un progetto di “Arte Partecipata” ovvero un progetto artistico educativo che unisce l’arte pubblica all’educazione La volontà è quella di passare ad un altro livello di compartecipazione dell’arte di strada sviluppando un concetto condiviso con la città e per la città, realizzandolo con la partecipazione delle istituzioni e dei cittadini partendo dai bambini, dagli anziani, dai soggetti fragili che diventano portatori di messaggi educativi da diffondere a tutta la comunità.

Nella “filosofia” di Cristian Sonda l’arte partecipata coinvolge il pubblico nel processo creativo e realizzativo dell’evento artistico. I cittadini assumono un ruolo di coautori dell’opera in quanto prendono parte a tutto il percorso necessario alla realizzazione del murale.

Il progetto prenderà il via sabato 2 marzo, nella sala nuova riunioni, in piazza dell’Unità a Centobuchi, dalle ore 10:30 alle ore 12:30, con un incontro aperto a tutta la cittadinanza al quale sarà presente anche l’artista Cristian Sonda. La fase operativa si terrà dal 4 al 16 aprile e prevede lezioni per i partecipanti al progetto con l’artista Cristian Sonda e la realizzazione di un murale sul tema della pace al Parco della Conoscenza di Centobuchi. Per informazioni e iscrizioni: [email protected]; telefono 0735701553.

TI CONSIGLIAMO NOI…