spadu top
giovedì 30 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 20:58
spadu top
giovedì 30 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 20:58
Cerca

Ospedale, il sindacato dei medici: “I lavori? Solo un pretesto per ridimensionare”

Il segretario regionale Andrea Piccinini: "Tagliare e risparmiare sul costo del personale il vero obiettivo dell’AST Ascoli Piceno”
Pubblicato il 4 Febbraio 2024

SAN BENEDETTO DEL TRONTO. Nel cuore delle tensioni che circondano l’Ospedale Madonna del Soccorso a San Benedetto, il segretario regionale del sindacato medico “Cimo“, Andrea Piccinini, ha rilasciato dichiarazioni incisive, condannando le recenti decisioni della Direzione Medica.

“La situazione attuale all’Ospedale Madonna del Soccorso è estremamente preoccupante. Dopo settimane di incertezza, la nota della Direzione Medica è arrivata come un colpo al cuore della Medicina d’Urgenza”, afferma Piccinini. La controversia si è intensificata a seguito dell’annuncio di una riduzione dei posti letto e del temuto taglio del personale medico notturno dedicato alla MURG.

“Dal primo febbraio, ci troveremo con soli 5 posti letto monitorati su 8 totali. Ma ciò che è più allarmante è il taglio dell’assistenza medica notturna dedicata alla Medicina d’Urgenza”, prosegue il segretario del sindacato. “Questo potrebbe minare irrimediabilmente la funzione stessa della MURG, compromettendo la qualità delle cure e mettendo a rischio la sicurezza dei pazienti.”

La preoccupazione

Piccinini esprime preoccupazione per il fatto che il taglio dell’assistenza notturna potrebbe portare a un’inevitabile diminuzione della capacità di risposta alle emergenze nel pronto soccorso, con un potenziale aumento del sovraffollamento e dei tempi di attesa già drammaticamente lunghi.

“Il nostro sindacato è consapevole delle sfide legate alla carenza di medici nei pronto soccorso, ma la soluzione proposta dalla Direzione sembra orientata unicamente verso un taglio di costi, senza tener conto delle implicazioni sulla qualità delle cure”, dichiara Piccinini. “Non possiamo permettere che logiche puramente economicistiche compromettano la sicurezza e la salute dei pazienti.”

Piccinini sottolinea anche la mancanza di comunicazione preventiva da parte della Direzione Generale nei confronti dei sindacati. “La decisione di non informare i rappresentanti sindacali su questo taglio di personale medico notturno è indicativa di una mancanza di trasparenza e di volontà di dialogo costruttivo”, afferma Piccinini.

Il sindacato, rappresentante nell’area medica, annuncia la vigilanza su sviluppi futuri e si riserva il diritto di intraprendere azioni per garantire la tutela dei medici e la qualità delle cure. La tensione tra la Direzione e il sindacato si fa insomma sempre più palpabile.

fiora
new edil
coal
jako
kokeshi
banca del piceno

TI CONSIGLIAMO NOI…