cantine al borgo
sabato 22 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 15:04
cantine al borgo
sabato 22 Giugno 2024
Ultimo aggiornamento 15:04
Cerca

Monteprandone è ufficialmente tra i “Borghi più belli d’Italia”. La festa è con tutti gli altri centri del Piceno

La soddisfazione del sindaco Loggi in occasione della cerimonia in sala consiliare: "E' stato un percorso lungo, lo abbiamo avviato subito dopo l'elezione del 2019, ma poi è stato rallentato dalla pandemia"
Pubblicato il 24 Febbraio 2024

MONTEPRANDONE. Monteprandone è tra “I Borghi più belli d’Italia”. E’ stata molto sentita, e partecipata, la cerimonia sviluppata a partire dalle ore 11 nella sala consiliare del Comune, in quel borgo dove ora sventola l’importante vessillo.

Il sindaco Sergio Loggi, dopo i vari interventi, aperti proprio dal primo cittadino, tra gli applausi dei numerosissimi cittadini presenti ha ricevuto dalle mani di Fiorello Primi, Presidente dell’Associazione “I Borghi più belli d’Italia” e di Amato Mercuri  presidente de “I Borghi più belli d’Italia nelle Marche”, il prestigioso vessillo e una pergamena che certificano ufficialmente l’inserimento di Monteprandone nella rete nazionale di promozione dei borghi italiani, un circuito turistico di eccellenza di cui fanno parte 361 comuni che si distinguono per l’alta qualità dell’accoglienza turistica, della manutenzione e dello sviluppo.

Nel suo saluto il sindaco ha espresso tutto l’orgoglio per aver ottenuto l’ambito riconoscimento: “lo voglio condividere con Assessori, Consiglieri, concittadini e con tutti coloro che a vario titolo hanno permesso che ciò accadesse”, ha detto, annunciando l’imminente riapertura del Palazzo Comunale, reso inagibile dopo il terremoto del 2016.

“E’ stato un percorso lungo, lo abbiamo avviato subito dopo l’elezione del 2019, ma poi è stato rallentato dalla pandemia. Essere Borgo più bello d’Italia per Monteprandone è un riconoscimento prestigioso – ha dichiarato il primo cittadino – l’abbiamo ottenuto negli ultimi cinque anni con grandi sacrifici e un lavoro costante di valorizzazione del borgo storico, creazione di servizi di informazione e accoglienza turistica, attenzione e cura per la pulizia e il decoro, investimenti sul patrimonio pubblico. Abbiamo avuto chi ci ha spronato per raggiungere questo risultato, chi ci ha creduto insieme a noi, chi ha investito nel borgo aprendo una propria attività o rendendo la propria più attraente”.

“Quindi oggi vogliamo dire grazie al club dei Borghi, ma anche alla cittadinanza, agli imprenditori, ai ristoratori, alle associazioni, ai tutti coloro che a vario titolo, oggi hanno diritto di condividere con noi questo riconoscimento. Ora tocca a ciascuno di noi continuare a valorizzare il grande patrimonio di storia, arte, cultura, ambiente, enogastronomia e tradizioni di cui Monteprandone è ricca. Come Amministrazione comunale continueremo a fare la nostra parte, in questo borgo, che oggi offre un punto di informazioni turistiche, chiese, eccellenze, attività commerciali. Oggi la città ha superato i 13mila abitanti (13048) e sono 1400 i bambini iscritti nelle nostre scuole dell’obbligo”.

La cerimonia

La parola poi è andata ad Amato Mercuri, presidente Borghi Marche e Consigliere Nazionale de i Borghi più Belli d’Italia: “non possiamo che dare il benvenuto alla comunità di Monteprandone nella nostra associazione, che da oggi è ufficialmente il 30esimo borgo certificato nelle Marche oltre al Borgo Ospite di Fiorenzuola di Focara, ed è quello più a sud, la nostra sentinella di bellezza sul Tronto. Voglio congratularmi con l’Amministrazione e con gli abitanti per questo risultato – ha dichiarato nel suo intervento Mercuri – che però è anche un onere, infatti la nostra associazione ha una promessa nel nome, la promessa della bellezza, non solo architettonica ma anche di accoglienza dei visitatori e di una coscienza sociale e sostenibile. Per questo la bandiera consegnata nelle mani del Sindaco Loggi non è un traguardo, ma un impegno a fare del proprio borgo un luogo sempre più dedito a questa bellezza”.

Da parte di Luigi Contisciani, presidente del BIM Tronto, sono arrivati i complimenti per questo riconoscimento, la certezza che la forza del territorio di Monteprandone sta nella sinergia tra associazioni e Amministrazione e il massimo sostegno da parte nel Bim attraverso i vari progetti turistici, culturali ed enogastronomici come Mete Piceno e il Sistema Museale Piceno.

Anche il Livio Scattolini, membro del comitato scientifico dei Borghi Italia, ha sottolineato il prestigio di Monteprandone per essere entrato nel circuito: “In 21 anni abbiamo visitato oltre 1000 borghi, ma solo 361 hanno ottenuto la certificazione. Di questi il più ampio numero è nelle Marche, un successo per tutti coloro che ne fanno parte”.

“In questo giorno di festa siamo al vostro fianco – ha dichiarato Marco Silla, presidente dell’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia (UNPLI) della Marche – solo lavorando tutti insieme riusciremo a tenere alta l’asticella della qualità dei nostri territori, a smussare provincialismi, superare confini e realizzare belle iniziative insieme”.

Il club

Nel suo intervento, in chiusura, Fiorello Primi, presidente nazionale del club I Borghi più belli d’Italia ha espresso il suo pensiero: “La rete regionale dei Borghi più belli d’Italia nelle Marche si arricchisce di un altro gioiello che la conferma ai vertici dell’associazione nazionale per numero di Borghi selezionati e valutati positivamente. Bel risultato per l’Amministrazione comunale di Monteprandone e per gli abitanti del Borgo per essere riusciti a superare la rigorosa e complessa verifica che prevede la valutazione di più di 70 parametri che riguardano la bellezza estetica del Borgo, la sua vivibilità da parte dei residenti, il sistema di accoglienza e di ospitalità e la tutela del territorio circostante.

Monteprandone è un bel borgo da visitare circondato da uno splendido paesaggio collinare che presuppone ottime produzioni vinicole e olearie anche grazie alla sua posizione strategica tra mare e collina. E’ sempre un piacere incontrare amministratori e cittadini per consegnare la bandiera e l’attestato dei Borghi più belli d’Italia e constatare quanto orgoglio e senso di appartenenza sia ancora vivo nelle comunità borghigiane”. Primi si è soffermato sulla presenza dei parcheggi in Piazza de l’Aquila: “sono stato sindaco e so quanto sarà difficile, ma questi parcheggi non dovrebbero esserci e invito ad apportare una modifica”, ha commentato.

La cerimonia si è conclusa con la consegna della bandiera e della pergamena al Sindaco Loggi da parte del presidente Primi e, idealmente, a tutta la cittadinanza, alle strutture ricettive e alle associazioni culturali, sociali e sportive del territorio.

Con il primo cittadino, in alcuni momenti apparso emozionato, alla cerimonia erano presenti il vicesindaco Daniela Morelli, gli assessori Meri Cossignani, Roberta Iozzi, Christian Ficcadenti, il presidente del consiglio comunale Antonio Riccio, i consiglieri Sergio Calvaresi, Martina Censori e Massimiliano Coccia. Con loro anche il presidente del Bim Tronto, Luigi Contisciani, il presidente dell’UNPLI Marche Marco Silla, il presidente della Proloco Monteprandone, Stefano Caponi, il presidente dell’AVIS Monteprandone, Marcello Fratini, la dirigente scolastica Roberta Capriotti, il parroco della Chiesa di San Nicolò Don Vincent Ifeme, il Comandante della locale stazione dei Carabinieri, Gabriele Luciani e il Comandante della Polizia Locale, Eugenio Vendrame, numerosi rappresentati della associazioni del territorio e 75 camperisti provenienti da tutta Italia, che attraverso l’associazione Camper Club Truentum, hanno scelto di visitare il borgo di Monteprandone per due giorni.

Presenti anche una rappresentanza di Sindaci e Amministratori dei 30 Comuni marchigiani già Borghi più belli d’Italia: i sindaci Alessandro Rocchi (Grottammare), Lucio Porrà (Montefiore dell’Aso), Leonardo Catena (Montecassiano); l’assessore Cristina Capriotti (Offida) e Mattia Accorroni (Offagna), Luigino Di Flavio (membro del Consiglio d’Amministrazione dei Borghi Marche, delegato per il Comune di Servigliano).

TI CONSIGLIAMO NOI…