https://www.fondazionecarisap.it/
giovedì 29 Febbraio 2024
Ultimo aggiornamento 06:06
https://www.fondazionecarisap.it/
giovedì 29 Febbraio 2024
Ultimo aggiornamento 06:06

I carabinieri eroi di Ascoli premiati dai ferraristi di Castorano. Salvarono una ragazza dalla violenza

La manifestazione è culminata nella donazione al Comune da parte del Club "Scuderia Ferrari" di una “panchina rossa”

Pubblicato da 

Redazione
 lunedì 27 Novembre 2023

CASTORANO – Sala consiliare gremita in ogni ordine e grado per l’iniziativa “Ama la rossa odia la violenza” ideata ed organizzata dallo Scuderia Ferrari Club Castorano in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Castorano. Fulcro dell’iniziativa il convegno “Ama la Rossa, odia la violenza è stato il convegno che ha avuto illustri relatori come l’avvocato Mauro Gionni, parte civile per la famiglia Rea nel processo Parolisi, nonché presidente degli avvocati penalisti piceni, il colonnello Domenico Barone, comandante dei Carabinieri della provincia di Ascoli Piceno, Giuseppe Simonelli, questore della provincia di Ascoli Piceno, Laura Gaspari coordinatrice dei centri antiviolenza “Donna con te” e l’avvocato Massimiliano Zeppilli, legale della Scuderia Ferrari Club Castorano, cui si sono aggiunti per i saluti istituzionali in apertura dell’evento, il sindaco Graziano Fanesi, ed il presidentissimo del club, Ivan Ameli. Tutti gli interventi sono stati molto apprezzati ed in particolare quello del Questore che ha sottolineato sia l’importanza della prevenzione per scongiurare questo fenomeno che la maggiore responsabilità di chi gestisce l’informazione sui fatti al fine di evitare casi di emulazione.

Un momento particolarmente significativo è stato il riconoscimento che il Club ha tributato a due Carabinieri che nel 2009 salvarono la vita ad una ragazza ad Ascoli Piceno vittima di una violenza inaudita, il maresciallo Andrea Felicetti, comandante della Stazione di Force, e Nicola Di Pietro, vicebrigadiere del Nucleo Radiomobile di Ascoli Piceno, entrambi presenti all’evento insieme al maresciallo Carlo Laera, comandante della Stazione di Offida.

Alla manifestazione che è culminata nella donazione al Comune da parte del Club di una “panchina rossa” per significare lo “stop alla violenza sulle donne” come recita a grandi lettere il tabellone che sovrasta la panchina posta proprio nella piazzetta antistante la sede del Municipio, oltre ai numerosi soci e simpatizzanti hanno partecipato numerose persone provenienti anche da fuori comune come l’industriale del caffè, proprietario di varie Ferrari da collezione e competizione, Mauro Cipolla, il già assessore al Comune di Ascoli Piceno, Claudio Sesto Travanti. L’avvenimento si è poi concluso con un apprezzato aperitivo dove sono stati apprezzati i vini di una nota cantina locale, prima del pranzo presso il vicino ristorante partecipato dai soci.

© LA NUOVA RIVIERA|RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime notizie

kokeshi
fiora
coal
new edil
garofano
salone bio 2
weedy

TI CONSIGLIAMO NOI…