mercoledì 30 Novembre 2022
Ultimo aggiornamento 22:23
mercoledì 30 Novembre 2022
Ultimo aggiornamento 22:23

“Cento facciate”, restaurato il Palazzo delle Poste di Ascoli

L'iniziativa pensata per favorire il recupero e restauro delle facciate esterne di 100 edifici
weedy

ASCOLI PICENO
Anche il Palazzo delle Poste di Ascoli Piceno è stato ristrutturato grazie al progetto “Cento facciate” di Poste Italiane, un’iniziativa pensata per favorire il recupero e restauro delle facciate esterne di 100 edifici di proprietà dell’Azienda in tutta Italia. 

I lavori hanno permesso il recupero e restauro dei prospetti esterni dell’edificio storico al fine di restituirgli l’originale bellezza architettonica. Gli investimenti sostenuti dall’Azienda per la manutenzione del patrimonio immobiliare dimostrano ancora una volta la vicinanza di Poste Italiane alle comunità locali in ogni parte del territorio nazionale. Anche ad Ascoli l’Azienda ha riconsegnato alla cittadinanza un immobile di alto valore architettonico che da oggi, in una nuova veste, contribuisce ad arricchire lo skyline cittadino senza però dimenticare l’importante ruolo sociale che l’edificio ha rappresentato per tutte le generazioni e in ogni epoca.

Il lavoro ha previsto il ripristino delle facciate, con il supporto di una restauratrice e in collaborazione con la soprintendenza, la stabilizzazione dei frontoni, nonché la predisposizione per un nuovo atm e una rivisitazione più sicura delle modalità di accesso alla filiale. 

L’intervento di ristrutturazione dell’edificio di Ascoli si aggiunge a quelli già realizzati su tutto il territorio nazionale. Il progetto “Cento Facciate” si concluderà alla fine del 2023 con il restauro di cento immobili fra palazzi storici e sedi direzionali.

Nell’anno in cui Poste Italiane celebra i suoi 160 anni, i suoi Palazzi continuano a rappresentare un punto di riferimento sul territorio nazionale e ad essere un simbolo della bellezza architettonica e della storia d’Italia. Il Palazzo di Ascoli, oggi come ieri, è emblema di un’epoca e ricopre un ruolo di indiscutibile testimonianza storica e di maestosa autorevolezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

conad 250
gastronomica 250

TI CONSIGLIAMO NOI…